Il bello artistico poggia sulla Geometria. Dürer

 

Albrecht-Durer-rinoceronte-geometria

 

 

ALBRECHT DÜRER 

 

*

 

Articolo tratto da: Il Sole24Ore maggio 2022  (qui il link)

 di Armando Torno

 

*

 

I Problemi, i greci Problémata, la cui attribuzione ad Aristotele è discussa da secoli, conservano un frammento sulla melanconia.

Quasi sicuramente non fu scritto dal filosofo greco; esso nacque nell’ambito della sua scuola, tra i peripatetici.

Propone una novità: il melanconico non è un malato, come sosteneva l’antica patologia umorale dei medici elleni, ma un uomo migliore negli ambiti della cultura, dell’arte e della politica. I neoplatonici ripenseranno l’intuizione e, attraverso la teoria dei “furores”, daranno vita al fortunato modello del melanconico dotato di genio, prossimo alla follia.

 

*

 

Tale itinerario è inevitabile ripercorrerlo dinanzi all’incisione a bulino del 1514 di Albrecht Dürer Melencolia I, anche se ogni interpretazione dell’artista tedesco è ardua.

Frances A. Yates rimandava all’opera di Agrippa di Nettesheim, De occulta philosophia, per intendere il significato della figura ricordata e per decifrarne l’esoterico messaggio (in The Occult Philosophy in the Elizabethan Age, Londra 1979).

D’altra parte, Dürer fu il principale esponente nordico della teoria che indicava la proporzione come il legame privilegiato tra l’uomo e l’universo. Essa si manifesta attraverso i rapporti: sia in architettura, secondo la lezione di Vitruvio, sia nelle altre arti.

È qui il fondamento della bellezza, della gratificazione estetica.

La geometria, di conseguenza, diventa la disciplina matematica su cui si deve basare il bello architettonico, pittorico e musicale. Queste note consideratele un esercizio per leggere l’opera di Dürer Quattro libri sulle proporzioni umane, che Giuditta Moly Feo ha nuovamente tradotto per Luni (la precedente edizione l’ha curata, con il testo tedesco, nel 2007 per Bononia University Press).

 

*

 

Si tratta del terzo e ultimo trattato d’arte del pittore e incisore, dopo il manuale di geometria e il testo sulle fortificazioni, nato da una meditazione ventennale sull’essenza della bellezza e sulle regole della pittura.

 

durer_melencolia

 

Forse l’opera fu iniziata tra i due viaggi di Dürer in Italia e poi pensata continuamente.

Il progetto iniziale di un libro dedicato alla pittura, che avrebbe rinnovato gli insegnamenti nelle botteghe tedesche, si è trasformato in una magistrale riflessione sul tema delle giuste proporzioni (libri I e II), in un’ampia parte (libro III) sulla teoria della variazione delle figure con raccomandazioni teorico-pratiche, infine in un’appendice (libro IV) sulla teoria del movimento dei corpi.

Platone nella Repubblica considera un bisogno di eterno «la conoscenza che la geometria cerca», Dürer testimonia che la bellezza nasce da una dura disciplina. Imposta agli uomini e alle cose dalla geometria.

 

 

*

 

 

Quattro libri sulle proporzioni umane-Albrecht Dürer

 

Il libro:  Quattro libri sulle proporzioni umane. Albrecht Dürer

 

 

 


 

logo

La casa editrice Luni nasce nel 1992 con lo scopo di diffondere le idee che animano la riflessione italiana rendendo disponibili e accessibili al pubblico italiano molti testi del mondo Orientale spesso introvabili.

 


 

Articoli correlati

Premio Acquistoria 2024

Premio Acquistoria 2024

Il Secolo di Pio XII di Matteo Luigi Napolitano  Premio Acquistoria 2024 - A fine settembre verranno resi noti i vincitori delle quattro sezioni. A ottobre, come di consueto, la cerimonia delle premiazioni   *   Lunedì 1°luglio sono stati annunciati...

I 9 Samurai più famosi di sempre

I 9 Samurai più famosi di sempre

  i presentiamo alcuni dei più famosi Samurai, la casta dei mitici guerrieri che hanno contribuito a rendere grande la storia del Giappone medievale. Ne abbiamo scelti 9 tra i tantissimi a esemplificare l’intera “casta” dei...

I miti dell’Impero giapponese: Kojiki,  La Creazione del Giappone

I miti dell’Impero giapponese: Kojiki, La Creazione del Giappone

(dal testo) LA PRINCIPESSA COCCODRILLO. A questo punto, la figlia del dio del mare, l'augusta principessa Perla-copiosa, venne fuori (dal mare) da sola, e parlò cosi a Fuoco-declinante: Io sono già da tempo incinta, ora è giunto il tempo di dover partorire. Io penso...

0 Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrivendoti avrai prima di tutti le ultimissime informazioni sulle nostre uscite e tanto altro (:

Ora riceverai la nostra newsletter! Controlla nelle email la conferma (:

Pin It on Pinterest

Share This