Anacleto Verrecchia

Anacleto-Verrecchia

Anacleto Verrecchia (Vallerotonda 1926 – Torino 2012) è stato un filosofo, germanista e giornalista.

Fu addetto culturale per molti anni all’Ambasciata d’Italia a Vienna e collaborò come editorialista con molti quotidiani, tra cui Il Resto del Carlino, La Stampa, Il Giornale. È stato autore di molti libri tra cui Giuseppe Prezzolini, l’eretico dello spirito italiano (Torino 1995); La tragedia di Nietzsche a Torino (Milano 1997); Diario del Gran Paradiso (Torino 1997). Ha tradotto di Georg Christoph Lichtenberg, Lo scandaglio dell’anima: aforismi e lettere di prossima pubblicazione da Luni Editrice.

 

Incontri viennesi. Konrad Lorenz, Karl Popper, Peter Handke, Hans Georg Gadamer…

Scrive Verrecchia nella sua introduzione: «È un fatto che tra la fine del secolo scorso e l’inizio del Novecento le Muse si acquartierarono a Vienna e vi fecero alcuni parti geniali.

 

*

 

Alcuni, come Konrad Lorenz e Karl Popper, sono diventati dei miti. Ho avuto la fortuna di conoscerli tutti e due.

Su altri grandi personaggi della cultura viennese, quali Wittgenstein, Musil, Joseph Roth e Freud, scomparsi da tempo, ho raccolto la testimonianza di chi li ha conosciuti personalmente. Nell’uno come nell’altro caso si tratta di voci dirette che danno, molto più di qualsiasi saggio, un’idea immediata delle cose di cui si parla. Ho ritenuto utile raccogliere in volume questi colloqui, perché si tratta di personaggi che hanno contato, e in particolare mi riferisco a Konrad Lorenz, perché sono stato forse l’ultimo a colloquiare con il padre dell’etologia e che quindi le sue parole, qui fedelmente riportate, possono in qualche misura valere come suo testamento spirituale».

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrivendoti avrai prima di tutti le ultimissime informazioni sulle nostre uscite e tanto altro (:

Ora riceverai la nostra newsletter! Controlla nelle email la conferma (:

Pin It on Pinterest