Ferdowsi

Firdusi

F erdowsī, anche scritto Firdusi o Firdousi, Firdawsī, pseudonimo di Abū al-Qasem Manṣūr, (nato c. 935, vicino a Ṭūs, Iran – morto c. 1020–26, Ṭūs), poeta persiano, autore dello Shāh-nāmeh ( “Libro dei Re“), l’epopea nazionale persiana, a cui diede una forma definitiva e duratura, sebbene basasse il suo poema principalmente su una precedente versione in prosa.

Ferdowsī nacque in un villaggio alla periferia dell’antica città di Ṭūs. Nel corso dei secoli, intorno al nome del poeta si sono intrecciate molte leggende, ma si sa molto poco sui fatti reali della sua vita. L’unica fonte affidabile è data da Neẓāmī-ye ʿArūẓī, un poeta del XII secolo che visitò la tomba di Ferdowsī nel 1116 o 1117 e raccolse le tradizioni che erano in vigore nel suo luogo di nascita meno di un secolo dopo la sua morte.

Secondo ʿArūẓī, Ferdowsī era un dehqān (“proprietario terriero”), che ricavava una comoda rendita dai suoi possedimenti. 

Lo Shāh-nāmeh di Ferdowsī, un poema di quasi 60.000 distici, che si basa principalmente su un’opera in prosa con lo stesso nome scritta precedentemente dal poeta nella sua nativa Ṭūs.

Questa prosa Shāh-nāmeh era a sua volta e per la maggior parte la traduzione di un’opera pahlavi (medio-persiana), il Khvatāy-nāmak, una storia dei re di Persia dai tempi mitici fino al regno di Cosroe II (590-628 ), ma conteneva anche materiale aggiuntivo che continuava la storia del rovesciamento dei Sāsānidi da parte degli arabi a metà del VII secolo.

Questi versi, che trattano dell’ascesa del profeta Zoroastro, furono successivamente incorporati da Ferdowsī, con i dovuti riconoscimenti, nel suo stesso poema.

Lo Shāh-nāmeh, finalmente completato nel 1010, fu presentato al celebre sultano Maḥmūd di Ghazna, che a quel tempo si era fatto padrone della patria di Ferdowsī, Khorāsān. Le informazioni sui rapporti tra poeta e mecenate sono in gran parte leggendarie. 

La lingua, basata come la poesia è su un originale Pahlavi, è puro persiano con solo la minima mescolanza di arabo. Per gli iraniani è la storia del glorioso passato del loro paese, conservato per sempre in versi sonori e maestosi.

I suoi libri!

I Mille anni di Ferdowsi

Iscriviti alla nostra Newsletter