Musashi Miyamoto

È (1584-1645), è una figura leggendaria della cultura popolare giapponese; maestro di spada, pittore, scultore, calligrafo, ci ha lasciato un’opera scritta che occupa un posto rilevante nella storia dell’arte giapponese della spada. La strategia e la riflessione sul combattimento che fanno da sfondo alla sua vita le conferiscono una pluralità di dimensioni.

Per lui l’arte della spada è un’espressione globale della personalità dell’adepto: grazie alla perseveranza nell’allenarsi per tutta la vita senza mai allentare la tensione, sempre allerta come fosse in guerra, e soprattutto grazie a un’attenzione e a una concentrazione, a una lucidità senza vuoti, che ha potuto attraversare indenne 6 battaglie e, da vincitore 63 duelli.

Tra questi, memorabili il terzo con la famiglia Yoshioka, che combattè da solo, armato di due spade, contro parecchie decine di uomini armati anche di archi e di fucili, dimostrando quale sia «la vera strategia che permette di vincere da soli 10.000 avversari»; il duello su un’isola contro Sasaki Kojiro, episodio altamente spettacolare, quasi cinematografico, di cui si impadronirono la letteratura e il teatro popolare giapponesi già nel XVIII secolo, e che rappresenta il culmine della sua arte della strategia, che qui va intesa correttamente come parte degli stratagemmi.
Superato questo culmine, la via di Musashi si trasforma ulteriormente:
«Arrivato a cinquant’anni, mi sono trovato naturalmente nella via della strategia. Da quel giorno vivo senza aver bisogno di andare oltre nella ricerca».

I suoi libri!

Musashi

Eiji Yoshikawa 

Vita di Musashi

Tokitsu Kenji