L’UOMO, QUESTO SCONOSCIUTO


L’UOMO, QUESTO SCONOSCIUTO

Disponibile
possibilità di spedizione entro 3 giorni

Prezzo di copertina 24,00 €
22,80
Prezzo comprensivo di IVA


Modalità di spedizione possibili: SDA Corriere (Österreich- BE.NE.LUX - France - Deutchland - Denmark - Polska), SDA Corriere (United Kingdom - Espana), SDA - Corriere in Italia, Fermo Posta in Italia, SDA - Corriere (Portugal - Ireland)
Autore: Alexis Carrel
Traduzione: Roberto Tresoldi
Collana: Attraverso lo Specchio – n° 11
Pagine: 304
Formato: 14 X 21 cm
ISBN: 9788879843263
 
Quello di Alexis Carrel è un nome legato a vicende e casi di vastissima eco, sia in vita sia nei decenni successivi alla sua scomparsa.
La sua esistenza fu segnata da un avvenimento straordinario: giovane medico, accompagnando dei malati a Lourdes, poté assistere a una guarigione miracolosa. Si trattava del caso di una giovane inferna, Marie Ferrand, nella quale era chiara e incontrovertibile la diagnosi di peritonite tubercolosa fibroplastica, confermata da altri sanitari che avevano giudicato inutile ogni cura. La sua è dunque la vicenda di uno scienziato che, senza fare la minima deroga alla propria lucidità critica, viene condotto, per la stessa via della sua scienza, alla fede.
Nel 1935 pubblica L'uomo, questo sconosciuto, in cui, da scienziato e da filosofo, compie una disamina graffiante della società moderna e dell'uomo contemporaneo, che in alcuni passi rasenta il cinismo ma è frutto di una profonda rivolta-etica e scientifica insieme-contro un mondo sempre più contraffatto e stravolto, a onta del crescente benessere, da errori, falsità, contraddizioni.
Per Carrel la civiltà moderna è un agglomerato, sempre più anarchico e informe, di esseri che hanno usato al massimo la propria intelligenza e la propria fatica per costruire attorno a sé un mondo sempre più artificiale, che si ripercuote massicciamente sulla loro salute fisica e psichica e solo sulla loro autonomia.
È dunque la scienza (o quantomeno il suo sviluppo anarchico e deviato da interessi economici) a essere responsabile di questa situazione, e può essere soltanto la creazione di una scienza integrale dell'uomo a «tirarcene fuori». Una scienza integrale basata su una medicina rinnovata, il cui interesse sia non la malattia considerata a sé stante, o l'affezione del singolo organo, ma l'uomo come individualità, nel complesso di tutte le sue caratteristiche e funzioni-fisiche, psichiche e anche spirituale ed extrasensoriali- e come essere sociale, integrato in una società basata sui suoi veri bisogni.
Opera importante -e controversa- del pensiero moderno, L'uomo, questo sconosciuto è un tentativo di analisi complessiva e di riprogettazione della natura umana quale più nessuno aveva avuto il coraggio di compiere dopo i primi decenni del XIX secolo.
La presente traduzione è stata condotta sulla nuova edizione francese curata dalla Librairie Plon nel 1997, che riprende quella pubblicata nel 1935.

 

Cerca questa categoria: Attraverso lo specchio