I CUSTODI DEL SEGRETO


I CUSTODI DEL SEGRETO

Disponibile
possibilità di spedizione entro 3 giorni

Prezzo di copertina 15,00 €
14,25
Prezzo comprensivo di IVA


Modalità di spedizione possibili: SDA Corriere (Österreich- BE.NE.LUX - France - Deutchland - Denmark - Polska), SDA Corriere (United Kingdom - Espana), SDA - Corriere in Italia, Fermo Posta in Italia, SDA - Corriere (Portugal - Ireland)
Autore: Sulamī
Traduzione dall'arabo: Giuditta Sassi
Collana: Le Tradizioni – n° 7
Pagine: 58
Formato: 14 X 21 cm
ISBN: 9788879843584
 
«Che cos'è la “via della riprovazione?”»
«È nascondere le proprie buone qualità e lasciar vedere i propri difetti».
Così risponde, interrogato sulla sua via di purificazione interiore, uno degli Ahl-ul-malāma (la «Gente della riprovazione»), una categoria elevata di iniziati musulmani che prendono il loro nome dal metodo di «ascesi» da essi seguito. Tale metodo comporta che essi non si distinguono in nulla dalla gente comune della loro tradizione, e non permettano che traspaia all'esterno nessuna delle loro qualità spirituali, gelosamente celate perché costituiscono un «segreto» che «essi condividono (solo) con Allāh… Sono gente intimamente vicina a Lui, il Quale custodisce il loro segreto nascondendoli dietro la cortina dell'aspetto esteriore».
La presente traduzione permette l'accesso a uno dei rari testi arabi - probabilmente l'unico esistente - che tratti dei Malāmatiyya, i quali non seguivano la pratica di appoggiarsi a documenti scritti, ma fondavano la loro tecnica di realizzazione interiore prevalentemente sull'insegnamento orale dei loro Maestri spirituali.
L'Epistola qui presentata è costituita in gran parte da una scelta di testimonianze riferite dai discepoli degli Shuyukh (plurale di Sheikh, o «Maestro spirituale») depositari del metodo, testimonianze che sono state raccolte dall'autore per illustrare i principi e le pratiche seguiti dalla «Gente della riprovazione».
 
Lo Sheikh Abū ‘Abd-er-Rahmān es-Sulamī di Nīshāpūr nacque nel 937 (325 dell’Egira) e morì nel 1021 (412 dell’Egira).
Suo nonno Ibn Nujaid (Abū ‘Amr Ismā’īl) fu un Malāmatiyya, discepolo di Abū ‘Uthmān.  È basandosi sulle sue testimonianze, come su quelle di altri Malāmatiyya, discepoli di mdūn al-Qassār e di Abū Hafs, che compose quest'Epistola.
Altri suoi scritti conosciuti (ne ha composti un centinaio, ma solo 27 si sono conservati), sono Tabaqāt as-Sūfiyya (Le categorie dei Sūfī),  I vizi dell'anima e la loro cura, Raccolta delle regole in uso presso i Sūfi.

 

Raccomandiamo inoltre

PAROLE DI SUFI
26,60 *
*
Prezzi comprensivi di IVA 

I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno anche comprato

KOJIKI
30,40 *
*
Prezzi comprensivi di IVA 

Cerca anche queste categorie: Le Tradizioni, ISLAMISMO