LE DOMANDE DELL’IMPERATORE AL GENERALE LI CHING


Nuovo

LE DOMANDE DELL’IMPERATORE AL GENERALE LI CHING

Disponibile
possibilità di spedizione entro 3 giorni

16,00
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione
Riduzioni di prezzo

Modalità di spedizione possibili: Raccomandata piego di libri, Fermo Posta, SDA - corriere
Traduzione: Anna Pensante
Collana: Sol Levante n. 57
Pagine: 112
Formato: 14 x 21 cm
ISBN: 9788879845922
 
L’imperatore T’ai-tsung, della dinastia T’ang, nel Settimo secolo aveva trasformato la Cina in una delle maggiori potenze del mondo medievale. La sua capitale, Chang’an, era diventata la più grande città della Terra, il centro del potere e della cultura dell’Asia intera. La dinastia T’ang, che regnò dal 618 al 907, impresse alla Cina una straordinaria espansione militare, politica e culturale.
Fu un’epoca di sviluppi senza precedenti, e l’imperatore T’ai-tsung ne fu il primo artefice. Il T’ai-tsung volle passare alla storia come figura esemplare di “principe illuminato’’ e le cronache delle discussioni da lui sostenute con i suoi ministri furono tra le letture preferite dagli uomini di stato cinesi e giapponesi.
Le conversazioni con il generale Li Ching (Li Jing), se mai si sono svolte veramente, fatto storico di cui non si hanno prove certe, appartengono a questa tradizione. Li Ching (571-649) fu uno dei massimi generali della dinastia T’ang; iniziò la sua carriera come ufficiale a Chang’an e nel 630 sconfisse i Turchi Celesti, che da allora divennero vassalli della dinastia T’ang. Solo due anni prima, nel 628, l’imperatore T’ai-tsung lo aveva nominato suo ministro della giustizia, e fino alla fine della sua vita lo tenne al suo fianco come fidato generale e ministro. Dopo avere guidato numerose campagne militari e pacificato i territori del Sud della Cina, morì nel 649, poco prima dell’Imperatore, e gli fu riservata una sepoltura accanto alla tomba imperiale.
Le strategie discusse da Li Ching in quest’opera si basano, perciò, su un’esperienza personale alla guida dell’esercito e sul campo di battaglia. Diversamente da altri trattati, non si discute di princìpi teorici o elaborazioni concettuali. Questo però non è sufficiente per attestare l’autenticità del testo; la maggioranza degli storici è oggi d’accordo nel considerarlo un falso risalente alla tarda epoca T’ang o Sung.
Ma pur essendo giunti alla conclusione che il testo sia stato compilato intorno all’anno 1000, gli storici militari riconoscono che l’autore dev’essere stato un grande esperto di strategia, anche se le discussioni, probabilmente, non riflettono dei discorsi autentici tra l’Imperatore e il suo generale. È probabile, in ogni caso, che siano stati elaborati prendendo a modello un’opera ufficiale che riportava i colloqui e i provvedimenti del governo durante l’amministrazione del T’ang T’ai-tsung. Le ricerche dovranno proseguire ancora. Rimane il fatto che questo libro è sempre stato considerato in Cina uno dei trattati principali dell’arte della guerra, entrando a far parte dei Sette Classici militari che rappresentano i punti di riferimento della strategia, non solo cinese, ma di tutta l’Asia.


 

Raccomandiamo inoltre

* Prezzi comprensivi di IVA più spedizione

I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno anche comprato

* Prezzi comprensivi di IVA più spedizione

Cerca anche queste categorie: Home page, NOVITA', Sol Levante