Giovanni Papini e le eterne disgrazie del libro

 

giovanni-papini

 

 

Articolo tratto da: Il Giornale maggio 2022 (qui il link)

Luigi Mascheroni

 

*

 

 

V enti pagine scarse,

nove capitoletti, alta ironia, una forte disillusione per lo stato della cultura nel nostro Paese e un’invettiva finale contro coloro

«che non posseggono e leggono e studiano buoni libri»: eredi senza onore «rinnegati bastardi» della grande civiltà letteraria italiana.

 

*

 

Ecco a voi un testo aureo sul culturame nazionale: Le disgrazie del libro in Italia, pamphlet feroce e irresistibile di Giovanni Papini (1881-1956) apparso per Vallecchi nel 1953, ogni tanto ristampato (da Olschki nel 1982, ad esempio), e ora riproposto da Luni editrice con la stessa prefazione che Stampa Alternativa chiese nel 1993 al «Signore dei Librai», Roberto Palazzi (del quale proprio Luni sta preparando, a vent’anni dalla morte, un volume con tutti gli scritti curato da Mauro Chiabrando: siamo sulle 600 pagine e oltre).

Cose notevoli del libricino di Papini.

 

*

 

Uno: la pagina iniziale, vere concentrato di sarcasmo, sui modi cui gli italiani ricorrono quando vogliono un libro: chiederlo in omaggio all’editore o all’autore, farselo regalare, rubarlo… parassiti che pensano che chi fa cultura, la faccia gratis.

E chissà cosa direbbe Papini della consuetudine attuale figlia dello stesso fraintendimento della parola «cultura» di chiamare scrittori e giornalisti a presentare libri o tenere conferenze o partecipare a convegni e talk show, ma gratis… Se pago il microfonista, o il cameraman, o gli operai che montano il palco, perché non devo pagare l’intellettuale che ci sale?

 

*

 

Due: la categorizzazione di coloro che non comprano libri. Si parte dagli analfabeti, si passa agli «imbecilli e mentecatti», si arriva ai mondani ottusi e ai politicanti «che si cibano solo di giornali di partito e verbali di congressi» (oggi c’è Twitter).

 

*

 

Tre: la diffidenza verso le biblioteche pubbliche (il libro è «veramente goduto e spremuto» solo se è di proprietà personale).

 

*

 

Quattro: l’elenco, fantozziano prima di Fantozzi, dei libri contenuti nella casa dell’italiano medio (libri di cucina, del Lotto, almanacchi, classici spaiati in pessime edizioni…).

 

*

 

Cinque: l’amara costatazione che «l’editoria è un’industria tra le più meritevoli e tra le meno redditizie».

 

*

 

Ieri come oggi.

 

*

 

Le disgrazie del libro in Italia Giovanni Papini

Il libro: → Le disgrazie del libro in Italia

 

 


 

logo

La casa editrice Luni nasce nel 1992 con lo scopo di diffondere le idee che animano la riflessione italiana rendendo disponibili e accessibili al pubblico italiano molti testi del mondo Orientale spesso introvabili.

 


 

Articoli correlati

L’Erodoto della Cina, Le memorie di Sima Qian

L’Erodoto della Cina, Le memorie di Sima Qian

  di Matteo Sacchi Articolo tratto da: Il Giornale - maggio 2024   *   La storiografia occidentale ha un grande padre: Erodoto (484 - 425 a.C.). E un grande maestro metodologico: Tucidide (460 - 390 a.C.). Nel caso della storiografia della Cina antica,...

I 9 Samurai più famosi di sempre

I 9 Samurai più famosi di sempre

  i presentiamo alcuni dei più famosi Samurai, la casta dei mitici guerrieri che hanno contribuito a rendere grande la storia del Giappone medievale. Ne abbiamo scelti 9 tra i tantissimi a esemplificare l’intera “casta” dei...

Le 9 Arti Marziali Cinesi più famose e praticate del Kung Fu

Le 9 Arti Marziali Cinesi più famose e praticate del Kung Fu

  *   “Ogni popolo, in qualsiasi epoca della sua storia, ha concepito i mezzi per continuare a esistere anche nell’ambiente più ostile. Il riflesso di sopravvivenza è una caratteristica permanente della razza umana, che, finora, l’ha condotta dove oggi si...

0 Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscrivendoti avrai prima di tutti le ultimissime informazioni sulle nostre uscite e tanto altro (:

Ora riceverai la nostra newsletter! Controlla nelle email la conferma (:

Pin It on Pinterest

Share This