In offerta!

Georg Christoph Lichtenberg – Lo scandaglio dell’anima

30,40

Georg Christoph Lichtenberg
Saggio introduttivo, traduzione, scelta e commento di Anacleto Verrecchia
pp. 672
ISBN: 9788879848466
COD: 1101-g Categorie: , Tag: , GTIN: 9788879848466

Esaurito

Lo scandaglio dell’anima – Aforismi e lettere

«Chi ha due paia di calzoni ne venda uno e si procuri questo libro»: così dice Lichtenberg e così potremmo dire anche noi a proposito dei suoi fulminanti aforismi, che qui vengono presentati al lettore italiano. Oggi non c’è bisogno, per comperarli, di vendersi un simile indumento. L’Italia ha importato e continua a importare dalla Germania molta merce letteraria, nella quale, a dir la verità, il loglio è spesso più abbondante del grano, ma di Lichtenberg, genio multiforme, è stato tradotto pochissimo.
Probabilmente i doganieri della nostra cultura ufficiale non sanno distinguere il grano dal loglio.
Oppure guardano con un occhio solo come la sogliola. Nessuna meraviglia, dunque, che da noi Lichtenberg sia ancora una specie di Carneade.

 

*

 

Bene, lo scopo di questo volume è di mettere in mano ai vari Don Abbondio, che in Italia brulicano, qualche cosa di più sostanzioso del breviario. Pochi hanno scandagliato così a fondo l’animo umano e pochi ne hanno messo così a nudo i difetti. Di qui la sferza, che l’autore fa fischiare nei suoi scritti. Ma usa spesso anche lo stiletto, con il quale scanna la boria dei vari ciarlatani, soprattutto di quelli accademici. Oppure brucia loro il pelo: «È difficile portare la fiaccola della verità senza bruciare qualche barba».

Secondo Nietzsche gli aforismi di Lichtenberg sono uno dei cinque libri della letteratura tedesca degni di essere letti e riletti. È così: qui abbiamo un autore altamente istruttivo e corroborante, al quale bisogna fare un posto d’onore nella propria biblioteca e nel proprio spirito.
Anacleto Verrecchia

 

*

 

Georg Christoph Lichtenberg (Ober-Ramstadt 1742 – Gottinga 1799), ultimo di diciassette figli di un pastore protestante luterano, fu professore ordinario di fisica alla Georg-August-Universität di Gottinga.
Intellettuale di primissima grandezza rispettato a livello europeo, ebbe ottimi rapporti con grandi personaggi del suo tempo come Goethe e Kant. Scienziato di fama mondiale (a lui si devono nella ricerca dell’elettricità le famose “Figure di Lichtenberg” per le quali lo stesso Alessandro Volta lo andò a trovare), fu vicino all’Illuminismo, a cui lo univano il materialismo, l’anticlericalismo e lo scetticismo filosofico. Divenne universalmente famoso per i suoi aforismi qui raccolti, curati e tradotti dal tedesco da Anacleto Verrecchia, il quale li fa precedere da un approfondito studio sull’opera e il pensiero di Lichtenberg.

 

*

 

«Il suo studio mi piace molto; lo sto leggendo; e il suo stile è quello che ci vuole, con i suoi flash-back di storia della filosofia, di cui lei si dimostra eruditissimo, ma senza pesantezza. E lei va perfettamente d’accordo con il mio gusto, che fin da giovanissimo considerai le brevi sentenze come il colmo della espressione. Io ammiro anche la sua paziente indagine sui manoscritti e sulle edizioni del Lichtenberg, la minuzia accanto alla larga veduta […] il suo libro su Lichtenberg lo aprii a caso ieri sera e ci passai un paio d’ore enchanté. Ancora a 88 anni ho di questi rapimenti.»

Giuseppe Prezzolini 

(lettera ad Anacleto Verrecchia)

 

*

 

Scopri tutta la collana Grandi Pensatori d’Oriente e d’Occidente

Esaurito

Spedizione GRATUITA da 29,99

Recensioni

    Recensisci per primo “Georg Christoph Lichtenberg – Lo scandaglio dell’anima”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Vai al Catalogo

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Iscrivendoti avrai prima di tutti le ultimissime informazioni sulle nostre uscite e tanto altro (:

    Ora riceverai la nostra newsletter! Controlla nelle email la conferma (:

    Pin It on Pinterest