In offerta!

Paul Scarron – Romanzo buffo

Il prezzo originale era: €22,00.Il prezzo attuale è: €20,90.

Paul Scarron
Traduzione e cura: Serafino Balduzzi
pp. 320
ISBN: 9788879848862
COD: 22003 Categorie: , Tag: GTIN: 9788879848862

Romanzo buffo

Quando vide la luce Romanzo buffo – che narra la vita e le peripezie di una compagnia di attori girovaghi ed è considerato uno dei massimi capolavori
del Seicento – fu un vero best-seller al punto che lo stesso Diderot, più di cento anni dopo, ci fornirà la “ricetta” contro la nevrastenia: «Quattro capitoli del Don Chisciotte e un paragrafo ben scelto di Rabelais, infusi dentro otto o dieci pagine del Romanzo buffo».

*

 

Il Grand Siècle ebbe inizio intorno al 1660; negli anni precedenti il consumo in Francia di teatro, romanzi, rime e libelli era stato semplicemente frenetico. I modelli venivano dall’Italia e, soprattutto, dalla Spagna, che volava alta nel cielo della letteratura. Romanzo buffo, inestimabile gioiello della letteratura burlesca, oltre a “divertire”, offre anche un penetrante affondo negli animi femminile e maschile, dei quali lo specchio di Scarron amplifica deformità, malizie e ridicole stoltezze.

 

*

 

In questo libro c’è qualcosa di organico, che non si lascia scomporre facilmente: vene che pulsano nelle tempie, un cuore nascosto che batte da qualche parte.

Lo stile di Scarron è nato da esercizi mimetici, fra parodie e traduzioni; ha sviluppato un vivace linguaggio da animatore di liete compagnie: chiacchiera con i suoi lettori, li vuol sedurre con la sola forza della conversazione spiritosa, come l’amante invisibile della novella. È ovvio che questa conversazione “naturale” culmini nel dar vita e presenza a due personaggi non dichiarati: Scarron medesimo e il suo pubblico, di cui egli va auscultando senza posa umori e possibili resistenze.

*

 

Gli attori di Scarron, per quanto poveri e girovaghi non sono in genere caratterizzati né come incolti guitti né come attori rustici, ma nemmeno, e qui avviene il cambio di registro, come «vecchie storie piene d’eroi chimerici, che rompono i corbelli a furia di esser perfetti».
La presente edizione ambirebbe a rendere giustizia, per quanto possibile in altra lingua e in altro tempo, all’autore, al suo stile, alle sue idiosincrasie: aura teatrale, allusione all’azione, le giocose e plebee baruffe del racconto. Scarron era un uomo spiritoso e pieno di verve e il Romanzo buffo è, a ragione, considerato il migliore dei romanzi del suo secolo e, a tratti, raggiunge la limpidezza senza età riservata ai classici.

 

*

 

Paul Scarron (Parigi 1610-1660), figlio di un nobiluomo, semiparalizzato e reso minuscolo da infermità e infortuni dall’età di trent’anni, fu feroce oppositore di Richelieu e simpatizzò con la Fronda contro il Cardinale Mazzarino.
Amico di libertini, penna pungente, sposò nel 1652 la diciassettenne Françoise d’Aubigné, che diverrà, dopo la sua morte, Marchesa di Maintenon, favorita e in pratica “moglie morganatica” segreta di Luigi XIV. La sua attività iniziò
dopo le malattie e per scopi puramente commerciali; ricordiamo i successi di Tifone o la Gigantomachia, di Virgilio travestito (parodia dell’Eneide in versi burleschi), e con le commedie che creavano il nuovo genere dell’avanspettacolo. La sua gloria e fama è dovuta alla pubblicazione del Romanzo buffo (1651-1657).

 

*

 

 

Scopri la collana Caffè letterario

Spedizione gratuita da 29,90

Recensioni

    Recensisci per primo “Paul Scarron – Romanzo buffo”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Vai al Catalogo

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Iscrivendoti avrai prima di tutti le ultimissime informazioni sulle nostre uscite e tanto altro (:

    Ora riceverai la nostra newsletter! Controlla nelle email la conferma (:

    Pin It on Pinterest