In offerta!

Porzûs e la resistenza patriottica

19,00

Matteo Forte

pp. 240

ISBN: 9788879844826

 

COD: 4002 Categoria: Tag: GTIN: 9788879844826

Porzûs e la resistenza patriottica

Gli uomini delle Osoppo esprimono una forma di lotta e di azione che si avvicina alle esigenze e alle richieste degli Alleati, quasi in ausilio di coloro cui, poi, spetta di fatto soverchiare le forze nemiche.

*

 

Informate da un patriottismo alternativo a quello fascista, le formazioni verdi sono contraddistinte da quell’elemento nazionale – o la tutela dell’italianità del Friuli tanto dall’occupante tedesco quanto dall’espansionismo jugoslavo – coincidente con la difesa del focolare, non inteso come particolarismo e regionalismo, bensì come salvaguardia di una tradizione che ha nel proprio paese d’origine, nelle proprie canoniche, nella propria gente e nei propri affetti familiari il suo terminale.

Una caratteristica di queste formazioni sembrerebbe essere quella dell’inclusività: le lezioni di formazione, le raccomandazioni sulle modalità di lotta trasmesse mediante direttive e circolari interne, la propaganda in senso nazionale, altro non sono che il terreno d’incontro per le differenti istanze politiche presenti al loro interno.

*

 

Questo non implica una sottovalutazione o, peggio, un rifiuto della partecipazione dei partiti alla lotta di liberazione, quanto la possibilità di unire gli sforzi in nome degli interessi dell’intera comunità nazionale e creare le condizioni di una futura competizione politica nell’agone di una libera democrazia pluripartitica.

L’esprimersi di un simile patriottismo testimonia che in Friuli, tra il 1943 e il 1945, sono esistite due tipi di Resistenze difficilmente conciliabili tra loro, con metodi e obiettivi divergenti.

*

 

La drammatica vicenda di Porzûs, in cui patrioti osovani perdono la vita per mano di partigiani gappisti, altro non rappresenta che il palesarsi violento di tale inconciliabilità.

 

*

 

Matteo Forte (Milano 1984), laureato in Storia all’Università Statale di Milano, dal 2010 al 2013 ha lavorato in Regione Lombardia.
Ha insegnato italiano, storia e geografia in importanti Centri di formazione professionale, all’interno di corsi di avviamento al lavoro. Dal giugno del 2011 è Consigliere comunale della sua città. Nel 2010 ha scritto con l’on. Mario Mauro Guerra ai cristiani (Lindau), un instant book sulle persecuzioni e discriminazioni contro i cristiani nel mondo. Nel 2012 ha fatto parte del Consiglio provinciale di Milano dell’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani.

 

*

 

G. Della Frattina, 19-4-2017, Il Giornale: L’eccidio rosso di Porzus. Forte e Pisapia oggi a dibattito
F. Parodi, 21-4-2017, Tempi.it: Cosa ci insegna oggi l’eccidio di Porzûs

L.Roesel, 23-4-2017, IlSussidiario.net: LETTURE/ Porzȗs, così l’ideologia ha ucciso la Resistenza

 

*

 

 

I volumi della collana sono sottoposti al procedimento di double blind review

La spedizione è Gratuita

Se spendi almeno 29,90

⭐⭐⭐⭐⭐  Ti è piaciuto il libro?

  Scrivi una recensione qui sotto (:

Recensioni

    Recensisci per primo “Porzûs e la resistenza patriottica”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Vai al Catalogo