In offerta!

Scritti giornalistici. Vol. III° 1989-1996

25,00 23,70

Renzo De Felice

Curatela: prof. Giuseppe Parlato e Giuliana Podda

Prefazione: Gianni Scipione Rossi

pp. 352

ISBN: 9788879844949

COD: 4022 Categoria: Tag: ,
SCRITTI GIORNALISTICI
«Facciamo storia, non moralismo»
Volume 3, 1989-1996

È ormai nota l’influenza che Renzo De Felice ha avuto nella storiografia sul Novecento. Lo storico romano ha innovato profondamente l’approccio allo studio del fascismo, passando da una lettura moralistica, manichea e demonizzante a una lettura problematica e complessa, basata, per la prima volta, sull’accurata analisi dei documenti dello Stato, dei carteggi dei protagonisti, della documentazione più varia al fine di realizzare una storia – mai definitiva – dell’Italia nel periodo fascista.
Assai meno nota è invece l’influenza che De Felice ha avuto tra i non addetti ai lavori, presso cioè quella più vasta opinione pubblica che, tra gli anni Sessanta e Novanta, leggeva ancora i giornali. In quei quasi quattro decenni De Felice ha scritto oltre 280 articoli per quotidiani, per settimanali o ha rilasciato interviste, affrontando alcuni problemi storiografici fondamentali: il consenso al fascismo, l’antisemitismo, il rapporto tra fascismo e intellettuali, la Grande Guerra, la difesa dello Stato di diritto, la libertà di ricerca, il terrorismo, la crisi dello Stato, solo per ricordare i temi più significativi.
In questi articoli, che si ripropongono per la prima volta a vent’anni dalla sua scomparsa, emergono l’interesse e la curiosità dello storico verso la realtà contemporanea e il presente; nello stesso tempo, De Felice anche negli scritti giornalistici non rinunciò a descrivere in termini complessi la storia e non esitò a esercitare la critica contro i conformismi e contro le “vulgate”, in nome di una libertà di pensiero che non ha mai conosciuto, in lui, condizionamenti di carattere Politico.

Renzo De Felice (1929-1996) ebbe come maestri Federico Chabod e Delio Cantimori; dopo i primiL’Autore:
studi sul giacobinismo, passò a occuparsi prevalentemente di fascismo. Iscritto al Pci, ne uscì nel 1956 in seguito ai fatti di Ungheria.
Ha insegnato a Salerno e alla Sapienza di Roma. Nel 1970 fondò «Storia contemporanea», edita dal Mulino. Fra le varie collaborazioni giornalistiche si segnalano, dal 1968 al 1972 quella al «Corriere della sera», diretto da Giovanni Spadolini, e dal 1974 a «il Giornale nuovo» di Indro Montanelli.
Tra le sue opere principali, oltre alla biografia di Mussolini (7 volumi, Einaudi 1965-1997), si ricordano: Storia degli ebrei italiani sotto il fascismo (Einaudi 1961), Italia giacobina (Esi 1965), Le interpretazioni del fascismo (Laterza 1970), Intervista sul fascismo (Laterza 1975), D’Annunzio politico 1919-1938, (Laterza 1978), Ebrei in un paese arabo (Il Mulino 1978), Rosso e nero (Baldini & Castoldi 1995).
M.Veneziani, La Verità, 12-11-2019: Oggi de Felice rischierebbe l’Inquisizione
S.Folli, Robinson, 28-11-2019: Renzo De Felice, l’attualità oltre la Storia
Giuseppe Parlato, Blitz quotidiano, 22-5-2020: Renzo De Felice e il sogno di una Storia normale.​
Pascal Oswald, H-Soz-Kult, 6-1-2021: Rezension zu De Felice

Se spendi 29,90 

la spedizione è gratuita!

Recensioni

    Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

    Scopri tutta la collana!